Blog Posts

Un modello per un discorso autorevole in emergenza

Nel panorama comunicativo mondiale assistiamo continuamente a discorsi (verbali, si intende) in cui dati, informazioni e opinioni si uniscono, si amalgamano, vengono presentati con intenti più o meno strategici. A volte sono interventi studiati con precisione, a volte incredibilmente ingenui, nonostante la levatura dell'emittente, con tutto quello che ne consegue in termini di reputazione, immagine, percezione dell’andamento stesso dell’emergenza.

Continua a leggere

La proprietà linguistica nella propaganda jihadista dello Stato Islamico in Italia

Per diverso tempo c'è stato un documento reperibile su internet, prima della sua rimozione ufficiale per "Istigazione a delinquere" (aggravata dalla finalità di terrorismo), che lo Stato Islamico (IS o Daesh) usava per rivolgersi alla popolazione italiana o, per essere più precisi, per arruolare in modo argomentato foreign fighters nella nostra Nazione. Si chiamava "'Lo Stato Islamico, una realtà che ti vorrebbe comunicare" e basava la sua autorevolezza e il potere persuasivo su quello che è un importante vantaggio comunicativo: la proprietà linguistica.

Continua a leggere

Fenomeni migratori: perché parliamo di emergenza?

Se un'emergenza è prevedibile è nostro dovere fare il possibile per minimizzare il rischio che si verifichi.
Nonostante vi siano dati monitorabili, dinamiche secolari e una presenza costante nella storia dell'uomo, un tema spesso connesso con l'emergenza è quello dei fenomeni migratori.
Ma perché si parla di emergenza immigrazione?

Continua a leggere

Site Footer

error: Alert: Content is protected !!